La terra dove nasce il futuro: la Silicon Valley

La Silicon Valley è uno di quei luoghi di cui tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta nella vita. Tra le sedi di molte grandi aziende hi-tech e di numerose startup, è una delle maggiori attrazioni del panorama statunitense. Nella cartina geografica però non troverete nessuna area denominata così, perché la Silicon Valley è in realtà solo un’espressione relativa a una vasta area della California che ingloba più contee al suo interno.

Il meglio delle imprese innovative

Silicon Valley rappresenta anche un terzo di tutto l’investimento di Venture Capital negli Stati Uniti, che l’ha aiutato a diventare un hub leader ed una startup dell’ecosistema per l’innovazione high-tech e lo sviluppo scientifico. Il capoluogo e città principale è San Jose, circondata da numerose cittadine, così da formare un’area metropolitana di circa 4 milioni di abitanti.

La prima azienda di elettronica civile insediata nella Silicon Valley fu la Hewlett-Packard, fondata nel 1939 da due laureati dell’Università di Stanford; tuttavia, il boom si ebbe negli anni cinquanta, grazie ad un incubatore tecnologico creato dall’Università di Stanford, lo Stanford Research Park.
Attualmente, tra le sedi di maggior importanza presenti nella Silicon Valley ritroviamo quella di Google (Mountain View) e il quartier generale della Apple (Cupertino).

L’Università di Stanford

la silicon valleyDa non sottovalutare la Stanford University, non solo perchè è una delle università più prestigiose, ma soprattutto perché è qui che Steve Jobs tenne il suo famoso discorso ai laureati (quello del “stay hungry, stay foolish”) che ogni amante di Apple ha ormai imparato a memoria. Potrete fare un tour all’interno della facoltà e immergervi in un’esperienza sconvolgente e assolutamente indimenticabile.

Se siete dei fan della tecnologia e di tutte le sue innovazioni, non potrete non passare dal Computer History Museum, un museo che offre un vero e proprio viaggio attraverso la storia dell’informatica dalle origini. Sono presenti più di 90.000 reperti legati al mondo della tecnologia, in cui potrete trovare qualsiasi tipologia di computer, da quelli enormi che occupavano quasi tutta la stanza, a quelli dei giorni nostri.

Come raggiungere la Silicon Valley

Visitare la Silicon Valley è un’esperienza unica e realizzabile anche con budget limitati dati i costi molto più bassi dei voli per gli USA. Se avete già il passaporto e un’idea di quando potreste partire, stabilite le date del soggiorno: vi serviranno per richiedere il visto ESTA.

Se siete pronti per questa avventura ma non avete ancora richiesto il visto per raggiungere gli Stati Uniti, munitevi di un dispositivo elettronico con accesso a internet per farlo: dal 2009 è possibile inoltrare online la domanda dell’autorizzazione al viaggio.

Il modulo è facile da compilare: in meno di dieci minuti avrete finito di compilarlo e sono solo domande di routine atte a gararntire l’incolumità di tutti. Otterrete una risposta entro 72 ore e in caso di rifiuto, potrete ritentare dopo dieci giorni.

Se la vostra richiesta viene approvata potrete soggiornare negli Stati Uniti in più occasioni per i due anni successivi, tranne se il vostro passaporto dovesse scadere prima dei suddetti 24 mesi. Gli Usa sono pieni di posti che ognuno di noi dovrebbe visitare almeno una volta nella vita e la Silicon Valley è uno di quelli. Grazie ad Esta potrete cominciare ad organizzare la vostra avventura sin da subito, senza preoccuparvi di lunghe procedure burocratiche.

You May Also Like

About the Author: Redazione Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.